Qual è l’antico nome di Agrigento? Ecco la risposta

Volete sapere qual è l’antico nome di agrigento? Scopriremo questo e molto altro in questo nostro articolo di oggi. Agrigento fu fondata da Gela verso l’anno 581 a. C. ed era perciò la più giovane di tutte le colonie greche sorte in Sicilia nel periodo delle grandi fondazioni. La tradizione ci ha conservato bene il nome dei due fondatori, Aristono e Pistilo mentre le divinità a cui alzò i primi templi sono stati Zeus e Atene.

La storia di Agrigento inizia con la tirannia di Falaride, sorta un decennio dopo la fondazione della città stessa, in occasione della costruzione del tempio di Giove posto sull’acropoli. La leggenda si è attaccata al nome di Falaride ed è credibile ch’egli abbia ampliati i territorî agrigentini con la sottomissione dei Sicani dell’interno.

Una tradizione vuole anzi che egli sia stato sul punto di avere in mano la città d’Imera, posa proprio sulla costa settentrionale dell’isola, il cui territorio si congiungeva benissimo a quello agrigentino. Le due città furono comunque riunite, in effetto, una settantina d’anni più tardi, da Terone, della famiglia degli Emmenidi, che governò la bella Agrigento dal 488 circa al 473 a. C..

Imera era unita ad Agrigento soltanto nella persona del tiranno, e conservava la sua totale autonomia e il suo diritto di monetazione solo che rispetto alla città, rimaneva sempre al secondo posto. Nelle monete essa aggiunse alla sua insegna caratterizzata da un gallo, quella di Agrigento rappresentata invece da un granchio. Ad ogni modo la potenza di Terone non poteva non nascondere Cartagine che teneva sotto la sua influenza tutta la parte occidentale dell’isola.

A questa città ricorse Trasillo, appoggiato dal genero, Anassila di Reggio che si unì ad essi anche Selinunte. Cartagine si decise così ad intraprendere una guerra contro Terone, primo effetto dell’obiettivo di rimettere Trasillo al governo d’Imera. Le forze cartaginesi erano decisamente imponenti, ma sotto questa città subirono una disfatta davvero memorabile, che fu posta a pari di quella subita contemporaneamente dai Persiani a Salamina.

antico nome di agrigento

Ecco qual’ era l’antico nome di agrigento

Intanto diciamo che quel sappiamo sulla città di Agrigento è che ad oggi ci ha lasciato una meravigliosa serie di monete che da principio batté didrammi e tetradrammi di argento con l’aquila da una parte e il granchio dall’altra. A questi due tipi essa rimase assolutamente fedele finché verso l’anno 420, sotto l’influenza della coniazione di Siracusa, adottò sul rovescio dei tetradrammi la quadriga, lasciando così l’aquila nel dritto e mettendone anzi due in atto di divorare un capretto.

La meraviglia della monetazione agrigentina è senza dubbio il decadramma, sempre particolarmente raro, nonostante una scoperta che è stata fatta piuttosto di recente. Inoltre c’è da dire anche che Agrigento batté anche oro anche se dopo il disastro tipico dell’anno 406 a. C. la sua monetazione s’impoverì mantenendo in bronzo, sino all’età romana.

Andando al centro dell’articolo possiamo dire che, anticamente, la città di Agrigento aveva un altro nome e corrispondeva a Girgenti. Fu soltanto nel quasi recente 1927, con un decreto, che essa cambiò il vecchio nome di Girgenti con quello odierno di Agrigento, dall’antica città greco-romana che ivi sorgeva.

Lascia un commento